Disregolazione dell’Umore Dirompente

depressione
depressione3
depressione2

DISREGOLAZIONE DELL’UMORE DIROMPENTE…COS’E’?

E’ un disturbo che riguarda più i bimbi e gli adolescenti fino a 18 anni. Spesso i bambini o i ragazzi con depressione, non hanno un comportamento apatico, triste e ritirato, anzi spesso accade l’opposto, spingendo il clinico a fare ingenuamente diagnosi di disturbo bipolare, che in realtà non c’è.

Il disturbo da disregolazione dell’umore dirompente si caratterizza essenzialmente per una cronica, grave e persistente irritabilità, che si esprime principalmente attraverso due tipi di manifestazioni:
1) scoppi di collera verbali e comportamentali improvvisi contro cose e persone (danneggiamento di oggetti o proprietà altrui, aggressione fisica di coetanei, genitori, insegnanti ecc.), in risposta a una profonda frustrazione interna, con o senza cause scatenanti riconoscibili;
2) un umore irritabile e “arrabbiato”, mantenuto in modo costante e persistente tra uno scoppio di collera e l’altro.

Per poter emettere una diagnosi di disturbo da disregolazione dell’umore dirompente queste manifestazioni devono essere presenti per almeno un anno e gli scoppi di collera devono essere frequenti (almeno tre volte alla settimana), verificarsi in due o più contesti (casa, scuola, attività sportiva, luoghi pubblici ecc.) e non essere in linea con lo stadio evolutivo del bambino/ragazzo (ossia troppo precoci o tardive rispetto alle capacità di ragionamento e di sviluppo psicoemotivo). L’umore irritabile/arrabbiato tra gli scoppi di collera, invece, deve essere pressoché costantemente presente, a prescindere dalle circostanze e dagli eventi esterni.
La persistenza dell’irritabilità e delle esplosioni colleriche è considerata il principale elemento diagnostico distintivo tra il disturbo da disregolazione dell’umore dirompente e il disturbo bipolare infantile, caratterizzato dal classico andamento episodico delle manifestazioni comportamentali ed emotive, intervallate da periodi di benessere.

Un ulteriore criterio chiave per la diagnosi è rappresentato dall’età d’esordio che deve essere inferiore a 10 anni, ma superiore a 6 anni. Anche questo aspetto permette di differenziare tra il disturbo da disregolazione dell’umore dirompente e il disturbo bipolare, dal momento che l’esordio di quest’ultimo è molto raro nell’infanzia (<1%), mentre diventa più frequente nell’adolescenza e nei giovani adulti (16-25 anni). La presenza di disturbo da disregolazione dell’umore dirompente nell’infanzia non sembra aumentare il rischio che il bambino sviluppi disturbo bipolare negli anni successivi.

IMPORTANTE:
Il disturbo da disregolazione dell’umore dirompente è frequente tra bambini che accedono a servizi di Neuropsichiatria, in particolare tra quelli affetti anche da disturbo da deficit dell’attenzione/iperattività (ADHD) e disturbi d’ansia.
Quali cause: Bio ( ereditarietà); Psico; Sociale.
Intervento Psicologico:
– Sviluppare relazione di fiducia
– Farsi aiutare ad accedere e comprendere il suo mondo
– Muovere contenimento emotivo
– Elaborare strategie comportamentali efficaci
– Supporto alla genitorialità