Disturbo Schizofreniforme

schizofrenia
schizofrenia2
schizofrenia3

DISTURBO SCHIZOFRENIFORME…COS’E’?

Criteri diagnostici

A. Due o più dei seguenti sintomi, ciascuno presente per una parte di tempo significativa durante un periodo di 1 mese (o meno se si trattati con successo). Almeno uno dei seguenti sintomi deve essere presente:

  • Deliri
  • Allucinazioni
  • Eloquio disorganizzato
  • Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico
  • Sintomi negativi( abulia, diminuzione dell’espressione nelle emozioni)

B. Un episodio del disturbo dura almeno 1 mese ma meno di 6 mesi. Quando la diagnosi deve essere posta senza attendere il recupero completo, dovrebbe essere qualificata come ‟provvisoria”.

C. Il disturbo schizoaffettivo , il disturbo depressivo e il disturbo bipolare con caratteristiche psicotiche sono state escluse perché; 1) non si sono verificati episodi depressivi maggiori o maniacali in concomitanza con la fase attiva ei sintomi, oppure 2) gli episodi di alterazione dell’umore si sono verificati durante la fase attiva dei sintomi, essi si sono manifestati per una parte minoritaria della durata totale dei periodi attivi e residui della malattia.

D. Il disturbo non è attribuibile agli effetti fisiologici di un sostanza o un’altra condizione medica.

Specificare se: Con caratteristiche prognostiche favorevoli: presenza di almeno 2 delle seguenti caratteristiche: esordio di sintomi psicotici rilevanti entro 4 settimane dal primo cambiamento osservabile nel comportamento abituale; confusione o perplessità; buon funzionamento sociale e lavorativo premorboso; assenza di ottundimento o appiattimento affettivo.
Senza caratteristiche prognostiche favorevoli Specificare se: Con catatonia